slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

GPI: DELIBERATA EMISSIONE PRESTITO OBBLIGAZIONARIO FINO A MASSIMI EURO 20 MILIONI

SEMPLIFICATA LA STRUTTURA SOCIETARIA RINNOVATO IL PIANO DI ACQUISTO DI AZIONI PROPRIE

Trento, 16 novembre 2017

In data 15/11 si è riunito il Consiglio di Amministrazione di GPI (GPI:IM), società quotata su AIM Italia e partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanità e del Sociale. Sono state oggetto di delibera alcune operazioni finalizzate ad ottimizzare il percorso di sviluppo industriale intrapreso dal Gruppo. Il CdA ha deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario fino a un importo complessivo massimo di 20 milioni di Euro, prevalentemente destinato a rimodulare l’esposizione a medio-lungo termine.

Sempre in data 15/11 è stato conferito a Banca Akros mandato per il rinnovo del piano di acquisto di azioni proprie con lo scopo di incrementare lo stock presente nel c.d. “magazzino titoli” da utilizzare come corrispettivo in operazioni straordinarie. Infine, sono stati sottoscritti gli atti di fusione per incorporazione in GPI SpA di tre società interamente possedute, allo scopo di conferire maggior efficacia ed efficienza a livello consolidato e di consentire una più chiara visibilità e trasparenza del Gruppo sul mercato. Si prevede che l’efficacia dell’operazione decorrerà dai primi giorni di dicembre.

EMISSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

Il CdA ha approvato l’emissione di un nuovo Prestito Obbligazionario fino a un importo nominale complessivo di massimi 20 milioni di Euro denominato GPI S.P.A. – 3% 2017 – 2022», ISIN IT0005312886 (il “Prestito”).

Il Prestito sarà costituito da massimi n. 400 titoli obbligazionari al portatore del valore nominale di Euro 50.000,00 cadauno. Il Prestito sarà quotato sul Segmento Professionale “Extra MOT PRO” del mercato Extra MOT di Borsa Italiana. La struttura di rimborso prevede un preammortamento sino al 31 dicembre 2020 e, successivamente, quattro rate semestrali costanti, con estinzione completa al 31/12/2022. I Titoli saranno fruttiferi di interessi a partire dalla data di emissione sino alla data di scadenza (i.e. 31 dicembre 2022), al tasso fisso nominale annuo lordo pari al 3% (tre per cento). Gli interessi saranno corrisposti in via posticipata, su base semestrale a ciascuna data di pagamento (30 giugno e 31 dicembre di ciascun anno), a decorrere dalla prima data di pagamento che cadrà il 30 giugno 2018. L’Emittente intende utilizzare i proventi derivanti dalla sottoscrizione del Prestito al netto delle spese e delle commissioni da sostenersi per l’emissione, per il rifinanziamento del debito, ivi incluso il riacquisto parziale dei titoli obbligazionari quotati e non quotati attualmente in essere, e il mantenimento della diversificazione delle fonti di finanziamento rispetto al tradizionale canale bancario, a supporto dei progetti di crescita del Gruppo, sia per linee interne (mediante investimenti per l’internazionalizzazione dell’offerta commerciale), sia per linee esterne – mediante l’acquisizione di aziende e/o partecipazioni, anche di controllo, in player di mercato che per dimensioni, caratteristiche e offerta produttiva siano funzionali e coerenti con il business del Gruppo.
Il documento di ammissione e il regolamento del Prestito includeranno tutti i dettagli dell’operazione. Banca Finint svolgerà il ruolo di arranger e collocatore del Prestito.