slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

IL NUOVO PROGETTO DI AIMNEWS.IT

Sportello AIM

Lo “sportello AIM” online è il progetto di AIMnews.it dedicato alle imprese per fornire risposte su “quotabilità” e agli investitori per il monitoraggio delle società quotate. 

Il team di IPO advisory di IR Top mette a disposizione la pluriennale esperienza in tema IPO al servizio degli imprenditori per analizzare i requisiti di quotazione della propria azienda e dei gestori per una efficace e consapevole allocazione del capitale.
 
Contattaci per esporci le tue domande ir@irtop.com

 

La quotazione su AIM Italia e il mercato: Frequently asked question (FAQ)

FAQ Società

1. Si può quotare una società detenuta da una famiglia di imprenditori?
Il controllo familiare è l’elemento distintivo che costituisce il tessuto imprenditoriale italiano. La quotazione su AIM Italia permette l’accesso in Borsa con un processo semplificato e calibrato per le PMI e presenta minori adempimenti post-quotazione.
 
2. Attraverso la quotazione su AIM Italia si perde il controllo della propria azienda?
No, per quotarsi su AIM Italia, in particolare, è necessario immettere sul mercato una quota limitata del capitale, par al 10% (flottante minimo).

3. Si può gestire la propria azienda una volta quotata mantenendo autonomia gestionale rispetto agli investitori?
Gli investitori detengono generalmente piccole quote ma è preferibile condividere con loro la strategia e il percorso di crescita per raggiungere obiettivi di crescita a lungo termine. Esistono infatti investitori interessati
e specializzati nell’investimento in PMI che adottano orizzonti di investimento di medio/lungo periodo.
 
La quotazione in borsa presuppone per l’imprenditore un’apertura ai propri sistemi gestionali/manageriali
 
4. E’ necessario soddisfare una determinata dimensione in termini di fatturato per accedere al mercato AIM Italia ?
La dimensione in termini di fatturato non rappresentano una prerogativa soprattutto se la società ha un solido track record, presenta caratteristiche di innovazione ed è leader nel proprio settore di riferimento. Il 47% delle società AIM Italia presenta un fatturato inferiore 10 milioni di Euro (osservatorio IR Top). Inoltre la solidità e credibilità del management e della strategia aziendale sono fattori essenziali per gli investitori nella fase di collocamento. IR Top valorizza l’impresa attraverso la Comunicazione Finanziaria (oggi affianca oltre il 50% delle società del mercato AIM Italia).
 
5. Quali sono i principali step e tempistiche di quotazione su AIM Italia?
Le varie fasi del processo si possono sintetizzare così:

  • circa 8-6 mesi prima: verifica dei requisiti per l’IPO, individuazione e nomina dei consulenti e del NomAd, valutazione preliminare della società, conferma degli obiettivi strategici del piano industriale e del fabbisogno di capitale, costruzione dell’equity story e della strategia di investor relations, avvio di due diligence da parte del NomAd
  • circa 3-2 mesi prima: verifica dalla due diligence, predisposizione dell’Information Memorandum e del Documento di ammissione, realizzazione dell’investor presentation e gestione delle relazioni con gli investitori
  • 6 settimane prima: completamento della due diligence e determinazione del fair value, organizzazione di road-show e incontri one-to one per gli investitori, book-building, presentazione della comunicazione di pre-ammissione in base.
  • una settimana prima: completamento e invio della domanda di ammissione, invio del Documento di Ammissione, pubblicazione del Documento di Ammissione (sul sito internet corporate) e collocamento dell’offerta, determinazione del prezzo e ripartizione dell’offerta (entro tre giorni).

6. Quali sono i benefici della quotazione?
Tra i principali benefici si annoverano la visibilità e la credibilità a livello internazionale ottenuti con lo status di azienda quotata. Attraverso l’IPO si apre infatti un canale che permette il reperimento di ingenti capitali sui mercati nazionali e internazionali, anche attraverso successivi aumenti di capitale o emissioni obbligazionarie, risorse difficilmente accessibili attraverso canali tradizionali.

 

FAQ Investitori Istituzionali 

1. Quali sono i principali settori del mercato AIM Italia?
I settori Green, Digital e Finance sono i più rappresentativi del mercato per numero di società presenti, con una quota rispettivamente del 24%, del 22% e del 14%. In termini di raccolta da IPO il settore green si colloca al primo posto con 139 milioni di euro (Fonte Osservatorio IR Top).
 
2. A quanto ammonta la capitalizzazione e la raccolta ad oggi su AIM Italia?
La market cap totale ammonta a 2,4 milioni di Euro. Il 25% delle società ha una capitalizzazione inferiore a Euro 10 milioni e 5 società (Bio-on, Gala, Rosetti Marino, Net Insurance, e TecnoInvestimenti) presentano una capitalizzazione superiore a Euro 100 milioni. La raccolta totale su AIM Italia è pari a 475 mln di Euro (2009-aprile 2015), in media è pari a 7,7 mln di Euro. Il 52% delle società ha raccolto meno di 5 mln di Euro. (Fonte Osservatorio IR Top).

3. Quale è la struttura di IPO per le operazioni su AIM Italia ad oggi?
In media, per le 63 società quotate su AIM Italia il 91% è stato realizzato in OPS e il 9% in OPV. (Fonte Osservatorio IR Top).

4 . Quale è la dimensione media delle società quotate su su AIM Italia ad oggi?
Il fatturato medio delle società AIM Italia è pari a 28,3 mln, l’ EBITDA è pari a 3,6 mln € con una marginalità del 20%. Il 47% delle società AIM Italia presenta un fatturato inferiore 10 milioni di Euro (Osservatorio IR Top).