slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

IR TOP: L’AIM ITALIA RAGGIUNGE UNA RACCOLTA COMPLESSIVA DI EURO 1 MILIARDO PER SOSTENERE LA CRESCITA DELLE PMI

27/07/2016
  • 83% la raccolta di capitale da IPO, 17% da operazioni sul mercato secondario (Aumenti di capitale, esercizio warrant, Prestiti obbligazionari)
  • 77 società quotate per un giro d’affari complessivo di Euro 4,2 miliardi e una capitalizzazione di mercato di Euro 2,6 miliardi
  • 13.000 i dipendenti, +18% la crescita dei posti di lavoro rispetto al 2014
  • Fondamentali in forte crescita nel 2015: Fatturato +19% rispetto al 2014, EBITDA +10%
  • 74 gli Investitori Istituzionali nel capitale (54% italiani, 46% esteri), Euro 274 milioni l’investimento complessivo
  • Arca SGR e Mediolanum Gestione Fondi SGR gli investitori italiani più attivi con oltre 15 milioni di euro di investimento e circa 20 partecipazioni

6 le IPO 2016: Industrial Stars of Italy 2, S.M.R.E., Abitare In, Siti B&T Group, Energica Motor Company e DHH; in arrivo sul listino 4AIM SICAF, Vetrya, SCM SIM e Agrimaster 

Lo rileva l’OSSERVATORIO IR TOP SU AIM ITALIA presentato oggi a Milano

Milano, 27 luglio 2016

IR Top, Partner Equity Markets di Borsa Italiana – LSE Group, leader in Italia nella consulenza specialistica sulle Investor Relations e la Comunicazione Finanziaria, ha presentato oggi i risultati dell’OSSERVATORIO AIM ITALIA e le prime evidenze della Survey AIM su Investitori e Aziende quotate realizzato dall’Ufficio Studi interno.

Anna Lambiase, Amministratore Delegato di IR Top, ha illustrato le caratteristiche e i trend evolutivi del mercato, nonché le potenzialità per il tessuto industriale italiano: “AIM Italia si conferma il mercato adatto alle esigenze finanziarie delle PMI italiane rispondendo agli obiettivi di raccolta di capitale per la crescita e l’internazionalizzazione e di ampliamento della visibilità. Svolge un ruolo importante a livello di economia nazionale, con un giro d’affari complessivo di oltre 4 miliardi di euro e 13.000 posti di lavoro. Ha portato 1 miliardo di euro nelle casse delle 77 aziende e attrae investitori istituzionali anche esteri; tra le proposte correttive del mercato le richieste degli investitori si concentrano sulla nascita di fondi dedicati e l’introduzione di incentivi fiscali.”

Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana: “Questa settimana AIM Italia vede un numero record di quotazioni con ben 4 debutti in 3 giorni. Abbiamo investito molto su questo mercato e siamo felici di supportare un’iniziativa quale l’Osservatorio IR Top che accende i riflettori su questo segmento, sempre più punto di riferimento per le piccole e medie imprese che vogliono raccogliere capitali. Crediamo che AIM Italia rappresenti una grande opportunità per le aziende di aumentare la visibilità e migliorare la governance, con ricadute positive sulla crescita dell’azienda nel medio-lungo periodo. Il passo successivo è quello di irrobustire la comunità degli investitori dedicati alle small caps, incoraggiando un orizzonte di investimento coerente con gli obiettivi di crescita delle piccole e medie imprese.”

Andrea Buragina di Mediolanum Gestione Fondi SGR ha illustrato la politica di investimento del Fondo “Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia” e la sua esperienza di gestore maturata su AIM Italia, mercato nel quale emerge tra gli investitori istituzionali più attivi con oltre 15 milioni di euro di investimento e 18 partecipazioni. “Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia -  ha dichiarato -  nasce a fine 2013 a sostegno delle PMI domestiche che costituiscono il perno del tessuto industriale italiano. AIM Italia è, in questo senso, un importante mercato di sbocco ed è destinato a diventare, con i dovuti accorgimenti, un importante acceleratore per la crescita economica del nostro Paese.

Ha inoltre partecipato Luca Filippa, Managing Director Southern Europe di FTSE che ha illustrato caratteristiche e trend dell’indice FTSE AIM ITALIA.

L’Osservatorio IR Top su AIM Italia, nato con l’obiettivo di porsi come punto di riferimento per questo mercato azionario, si propone di: diffondere presso le Aziende e gli Investitori – in via continuativa – un patrimonio di conoscenza in merito a regole, operatori, vantaggi e costi della quotazione; fungere da centro di ricerca, elaborazione e analisi, di risultati economico-finanziari e di performance di mercato sulle società quotate; stimolare riflessioni e dibattiti sugli sviluppi del mercato azionario dedicato alla crescita delle PMI italiane; contribuire all’identificazione di best practice di informativa finanziaria ai fini di una corretta ed efficace rappresentazione delle Equity Story al mercato.

Il Report annuale, realizzato dall’Ufficio Studi interno e reso disponibile in lingua italiana e inglese sul portale AIMnews.it, information provider di riferimento per il mercato AIM Italia, descrive in dettaglio le statistiche di mercato con focus sui trend di IPO del 2016, raccolta e capitalizzazione, risultati economico-finanziari e livelli di occupazione, performance e liquidità, M&A, investitori istituzionali nel capitale, trasparenza e prassi di disclosure. La sezione “Le AIM” contiene il profilo delle singole aziende, dai risultati finanziari al modello di business, al progetto strategico, alla governance.

Identikit del Mercato e della società AIM Italia

Al 1 luglio 2016 le società quotate sono 77, il giro d’affari 2015 è pari a 4,2 miliardi di euro, la capitalizzazione è pari a 2,6 miliardi di euro e la raccolta da IPO è pari a 809 milioni di euro, cui si aggiunge una raccolta da mercato secondario di circa 200 milioni di euro.

6 le IPO AIM Italia 2016 - Industrial Stars of Italy 2, S.M.R.E., Abitare In, Siti B&T Group, Energica Motor Company e DHH – per una raccolta complessiva di 94 milioni di euro.

Prossime IPO 4AIM SICAF, Vetrya, SCM SIM e Agrimaster.

L’identikit della società quotata presenta i seguenti dati medi:

  •  Ricavi 2015: 38 milioni di euro; EBITDA margin 2015: 13%;
  • Capitalizzazione: 34 milioni di euro;
  •  Flottante: 25% (22% al netto delle SPAC);
  • Raccolta in IPO: 5,3 milioni di euro (dato mediano), 10,6 milioni di euro (dato medio).

Rappresentatività settoriale e regionale

I settori più rappresentativi del mercato sono il Green (che rappresenta il 24% in termini di società, il 20% in termini di raccolta e il 30% in termini di capitalizzazione) e il Digital (20% in termini di società, il 18% in termini di raccolta e il 18% in termini di capitalizzazione).

Le regioni maggiormente rappresentate sono quelle del Nord: in particolare Lombardia (42% delle società), Lazio (17%), Emilia Romagna (13%) e Piemonte (5%). Le altre regioni rappresentate sono Veneto, Umbria, Friuli, Toscana, Marche. Il mercato presenta anche 4 società estere, pari al 5% del totale.

Risultati economico-finanziari al 31 dicembre 2015

Il giro d’affari complessivo del mercato AIM Italia nel 2015 è pari a 4,2 miliardi di euro. Le società AIM Italia offrono lavoro a circa 13.000 dipendenti (209 il dato medio, 74 il dato mediano), in crescita del +18% rispetto al 2014.

Dall’analisi emerge un significativo trend di crescita: i ricavi 2015 registrano un incremento medio del 19% rispetto al 2014, mentre l’EBITDA registra una crescita media del 10%. La crescita dei ricavi ha interessato il 75% delle società, con tassi di crescita superiori al 50% nel 35% dei casi.

Sono 25 le società che distribuiscono dividendi nel 2016, con un dividend yield medio pari al 2,7%.

Il 33% delle società ha un fatturato inferiore a 10 milioni di euro.

Investitori Istituzionali nel Capitale

Nell’azionariato delle società AIM Italia sono presenti 74 Investitori Istituzionali, di cui 40 italiani (54%) e 34 esteri (46%); rispetto a luglio 2015 si ridimensiona il numero degli investitori (80), ma aumento il peso degli esteri (40%). L’investimento complessivo è pari a 274 milioni di euro, che corrisponde al 10,5% della capitalizzazione del mercato.

Il numero complessivo delle partecipazioni detenute è pari a 336, che corrisponde a una media di 4,5 partecipazioni per Investitore: il 25% delle partecipazioni è detenuto in società con capitalizzazione compresa tra 31-60 milioni di euro, il 22% in società con capitalizzazione compresa tra 61-100 milioni di euro.

Gli Investitori italiani più attivi sono ARCA SGR e Mediolanum Gestione Fondi (principalmente attraverso il fondo “Mediolanum Flessibile Sviluppo Italia), con un investimento complessivo di oltre 15 milioni di euro detenuto in circa 20 partecipazioni. Il principale Investitore a livello internazionale è lo svizzero Patrimony 1873 che, attraverso il fondo “White Fleet III Globes Italy Equity Star”, detiene 22 partecipazioni per un investimento complessivo di 13,3 milioni di euro.

Trend M&A 2015-2016

Tra il 2015 e i primi 6 mesi del 2016, 43 società (pari al 57%) hanno effettuato almeno un’operazione straordinaria (acquisizioni, fusioni, cessioni, JV, acquisizioni/affitto di rami aziendali, reverse takeover) per un totale di 119 operazioni (80 nel 2015 e 39 nel 2016).

Complessivamente sono stati movimentati 192 milioni di euro, di cui 89 milioni di euro nel primo semestre 2016. Il valore medio delle transazioni è pari a 3,7 milioni di euro nel 2015 (2,7 milioni di euro il valore mediano) e 5,0 milioni di euro nel 2016 (2,1 milioni di euro il valore mediano).

I mercati su cui si sono concentrate le M&A sono Italia ( 86%), Europa (5%) in particolare Francia, Spagna e Olanda, mentre il restante 5% ha interessato società target extra Europee (USA, Africa, Asia).

“AIM MAP”

È stato inoltre presentato il nuovo progetto editoriale “AIM MAP”, realizzato da IR Top con la collaborazione della redazione di Open Financial Communication, che verrà diffuso su supporto cartaceo e online ad un pubblico di Family Office, Promotori finanziari e Private Bankers per illustrare su formato tascabile e user-friendly i trend storici e le prospettive del mercato AIM Italia, la mappa geografica delle società quotate, l’evoluzione di capitalizzazione, IPO e raccolta di capitale e le intervista degli Amministratori Delegati di un selezionato gruppo di aziende.

Le iniziative IR Top per AIM ITALIA

  • OSSERVATORIO AIM Italia
  • AIMnews.it
  • APP AIMnews.it (aggiornamenti su smartphone e tablet)
  • AIM Investor Day
  • La quotazione sul mercato AIM Italia e gli Investitori Istituzionali nel capitale (FrancoAngeli)
  • Partnership con Directa SIM e IW Bank: flusso informativo della Redazione AIMnews.it veicolato su Investitori Retail

L’OSSERVATORIO AIM ITALIA è disponibile in lingua italiana e inglese all’indirizzo info@irtop.com oppure al numero +390245473884.