slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

OSSERVATORIO AIM ITALIA: ANALISI TERRITORIALE – LOMBARDIA

06/08/2018

LA LOMBARDIA PRIMA REGIONE SULL’AIM, CONTA IL 51% DELLE SOCIETA’ QUOTATE, CON UN GIRO D’AFFARI DI 2,0 MILIARDI DI EURO (42% DEL MERCATO)

NEL 2018 AL PRIMO POSTO IN TERMINI DI N. DI IPO (67%) E DI RACCOLTA (93%)

  • 58 società quotate, con una capitalizzazione di 4,0 mld di euro
  • 2,5 miliardi di euro la raccolta da IPO, di cui 1,2 miliardi nel 2018
  • Identikit dell’azienda lombarda nel 2017: ricavi medi pari a 29,5 mln di euro (+12% vs 2016), EBITDA per 5,7 mln di euro (+39% vs 2016) e marginalità pari al 16%
  • Oltre 6.000 risorse impiegate nel 2016 (+13% vs 2016)

 

 

Milano, 6 agosto 2018

 

IR Top Consulting, Partner Equity Markets di Borsa Italiana – LSE Group, leader in Italia nella consulenza direzionale per i Capital Markets (quotazione in Borsa e Corporate Finance) e le Investor Relations, presenta i risultati dell’Osservatorio AIM Italia sulla Lombardia, regione al primo posto per numero di società quotate e per raccolta complessiva, che registra performance positive in termini risultati economico finanziari, con una marginalità superiore rispetto alla media del mercato AIM.

 

Anna Lambiase, Fondatore e Amministratore Delegato di IR Top Consulting, società specializzata nella quotazione sul mercato AIM Italia: Dalle evidenze dell’Osservatorio AIM Italia emerge che la Lombardia è la prima regione in termini di capitali raccolti in IPO (2,5 miliardi di euro), giro d’affari (2,0 miliardi di euro) e capitalizzazione di mercato (4,0 miliardi di euro, pari al 50%). La regione si colloca al primo posto anche per dinamicità in termini di n. di IPO e raccolta nei primi 8 mesi del 2018: sono approdate 15 società, di cui 14 IPO (67% delle 21 IPO complessive) con una raccolta pari a 1,2 miliardi di euro (93% del totale). L’azienda lombarda quotata è caratterizzata da performance dei risultati economico finanziari positive, con una crescita media di EBITDA nel 2017 pari al +39% e una EBITDA Margin (16%) superiore alla media AIM (13,7%). I settori più rappresentati per numero di aziende sono: Finanza, Tecnologia e Media. L'AIM, con una raccolta complessiva dal 2009 di oltre 4 miliardi di euro rappresenta per l'Italia un mercato azionario di grande sostegno alla crescita delle PMI. L’IPO su AIM Italia è una opzione che vale considerare, soprattutto per le PMI che intendono investire nella propria crescita senza perdere il controllo dell'azienda: la quotazione costituisce un’opportunità di grande visibilità con significativi ritorni. A partire da quest’anno, inoltre, l’accesso delle imprese al mercato dei capitali risulta agevolato: gli incentivi alla quotazione delle PMI, introdotti dalla Legge di Bilancio 2018 tagliano del 50% i costi di IPO nella modalità di credito d'imposta per le operazioni sostenute fino al 2020. Sulla base dell’importante domanda di quotazione di PMI, gestita dalla nostra divisione advisory, ci attendiamo una ulteriore crescita dei collocamenti in questa regione”.

Sono 58 le aziende quotate della Lombardia, di cui 14 SPAC (4AIM SICAF, Abitare In, Agatos, Alfio Bardolla Training Group, Alkemy, ALP.I, Ambromobiliare, Archimede, Assiteca, axélero, Blue Financial Communication, Bomi Italia, Caleido Group, Capital For Progress 2, Casta Diva Group, Costamp Group, Culti Milano, DHH, Digital Magics, Digital360, DigiTouch, EPS Equita PEP 2, Equita Group, Esautomotion, First Capital, Frendy Energy, Gabelli Value for Italy, Grifal, Icf Group, IDeaMI, Industrial Stars of Italy 3, Iniziative Bresciane, Innova Italy 1, Innovatec, Intred, Italian Wine Brands, KOLINPHARMA, Life Care Capital, Longino & Cardenal, MailUp, Neodecortech, Orsero, Piteco, Safe Bag, SCM SIM, SG Company, Softec, SosTravel.com, Spactiv, Spaxs, SprintItaly, TheSpac, TPS, Vei 1, Visibilia Editore, Wiit, WM Capital, Zephyro) con una quota pari al 51% del mercato, al primo posto per numero di società rispetto all’ Emilia Romagna (12%) Lazio (10%), e Veneto (8%).

 

Evidenziano ricavi complessivi pari a 2,0 miliardi di euro (42% su AIM), al primo posto rispetto a Emilia Romagna e Lazio, una capitalizzazione pari a 4,0 miliardi di euro (50% del mercato) e una raccolta complessiva in IPO (equity) pari a 2,5 miliardi di euro (77% della raccolta totale del mercato ad oggi). Circa il 40% delle società Lombarde ha distribuito dividendi nel 2018 rispetto al totale AIM.

 

Nel 2018 la Lombardia si colloca al primo posto fra le regioni italiane sia in termini di n. di IPO che di raccolta: sono approdate 15 società, di cui 14 IPO (67% delle 21 IPO) con una raccolta pari a 1,2 miliardi di euro (93% del totale).

 

L’azienda AIM Italia lombarda[1] si caratterizza per ricavi medi pari a 29,5 milioni di euro[2] (+12,2% rispetto al 2016), un EBITDA pari a 5,7 milioni di euro (+39% rispetto al 2016) e una marginalità del 16%, sopra la media AIM. La capitalizzazione di mercato media è pari a 49 milioni di euro[3] la raccolta media a 8,4 milioni di euro[4]. Le società quotate della Lombardia impiegano oltre 6.000 risorse (142 in media), +13% rispetto al 2016.

 

Tab. 1 – Società della Lombardia quotate su AIM Italia (in ordine di IPO, Euro mln)

 

SOCIETÁ

Città

DATA

IPO

RACCOLTA

IPO (Equity)

RICAVI

2017

Var.

%

EBITDA %

2017

Market

Cap

TheSpac

Milano

2/8/18

60,0

n.d.

n.d.

n.d.

58

SosTravel.com

Gallarate (VA)

1/8/18

5,2

1,9

n.d.

49%

25

SG Company

Milano

26/7/18

3,0

32,6

1,9%

6,8%

30

Intred

Brescia

18/7/18

11,0

14,8

24,4%

38,5%

36

Esautomotion

Milano

6/7/18

10,3

15,6

23,1%

29,5%

41

Longino & Cardenal

Pogliano Milanese (MI)

4/7/18

5,0

28,5

n.d.

5,3%

34

Grifal

Cologno al Serio (BG)

1/6/18

4,9

15,8

9,0%

12%

65

Archimede

Milano

21/5/18

47,0

n.d.

n.d.

n.d.

48

ICF Group

Marcallo con Casone (MI)

14/5/18

69,0-5,1 Aucap

78,7

10,6%

12%

66

Gabelli Value for Italy

Milano

20/4/18

110,0

n.d.

n.d.

n.d.

106

KOLINPHARMA

Lainate

9/3/18

3,1

4,1

62,3%

14,8%

10

Life Care Capital

Milano

7/3/18

140,0

n.d.

n.d.

n.d.

134

Vei 1

Milano

27/2/18

100,0

n.d.

n.d.

n.d.

96

ALP.I

Milano

1/2/18

100,0

n.d.

n.d.

n.d.

98

Spaxs

Milano

1/2/18

600,0

n.d.

n.d.

n.d.

599

IDeaMI

Milano

11/12/17

250,0

n.d.

n.d.

n.d.

242

Alkemy

Milano

5/12/17

32,7

44,9

28,9%

11,3%

64

Equita Group

Milano

23/11/17

45,2

n.d.

n.d.

n.d.

159

Industrial Stars of Italy 3

Milano

19/10/17

150,0

n.d.

n.d.

n.d.

145

Spactiv

Milano

27/9/17

90,0

n.d.

n.d.

n.d.

87

Neodecortech

Filago (BG)

26/9/17

14,1

127,7

10,5%

11%

13

Capital For Progress 2

Milano

4/8/17

65,0

n.d.

n.d.

n.d.

64

EPS Equita PEP 2

Milano

1/8/17

72,7

n.d.

n.d.

n.d.

71

Alfio Bardolla  TB

Milano

28/7/17

3,1

9,6

49,6%

18,8%

20

SprintItaly

Milano

21/7/17

150,0

n.d.

n.d.

n.d.

146

Culti Milano

Milano

17/7/17

4,5

6,2

24,2%

17%

14

Digital360

Milano

13/6/17

4,7

14,3

12,0%

11,5%

20

Wiit

Milano

5/5/17

31,9

19,6

27,5%

39,0%

131

TPS

Gallarate (VA)

28/3/17

2,9

19,1

30,7%

21,7%

27

Agatos

Milano

27/2/17

3,7^

7,2

-3,2%

8,6%

14

Orsero

Milano

13/2/17

80,0 (Spac)

819,1

19,6%

8,4%

132

Innova Italy 1

Milano

19/10/16

100,0

n.d.

n.d.

n.d.

104

Casta Diva Group

Milano

5/8/16

-

23,5

-5,6%

5,7%

19

4AIM SICAF

Milano

29/7/16

6,0

n.d.

n.d.

n.d.

6

SCM SIM

Milano

28/7/16

2,2

n.d.

n.d.

n.d.

16

DHH

Milano

27/7/16

4,2

5,7

43,2%

9,4%

9

Abitare In

Milano

8/4/16

2,8

19,5

n.s.

10,7%

79

Zephyro

Milano

23/12/15

22,0

66,3

-14,7%

23,9%

101

BFC

Milano

11/12/15

1,5

3,5

19,2%

8,1%

4

Piteco

Milano

31/7/15

11,9

17,0

20,7%

37,9%

82

Assiteca

Milano

27/7/15

7,4

64,8

6,7%

13,8%

88

Bomi Italia

Vaprio d'Adda (MI)

26/6/15

12,5

117,9

16,9%

9,6%

53

Caleido Group

Milano

24/3/15

1,5

8,3

9,9%

1,7%

3

DigiTouch

Milano

16/3/15

9,9

28,9

7,1%

15,2%

20

Italian Wine Brands

Milano

29/1/15

-

153,4

3,2%

9,2%

93

axélero

Milano

11/12/14

25,2

n.d.

n.d.

n.d.

19

Costamp Group

Sirone (LC)

21/02/18

-

59,0

n.s.

8%

145

MailUp

Milano

29/7/14

3,0

27,3

26,2%

10,5%

33

Iniziative Bresciane

Breno (BS)

15/7/14

22,6

14,4

-2,8%

68,0%

81

WM Capital

Milano

23/12/13

1,4

1,6

2,8%

29,5%

6

Innovatec

Milano

20/12/13

5,3

21,5

92,8%

5,7%

11

Safe Bag

Gallarate (VA)

12/9/13

3,5

30,5

14,9%

15,6%

70

Digital Magics

Milano

31/7/13

4,6

2,0

-3,3%

n.s.

49

Frendy Energy

Milano

22/6/12

2,7

2,0

-40,8%

36,4%

23

Softec

Milano

5/3/12

0,3

8,4

-21,0%

9,5%

7

Ambromobiliare

Milano

23/12/11

1,9

4,1

-2,3%

11,0%

11

First Capital

Milano

22/12/10

14,1

n.d.

n.d.

n.d.

26

Visibilia Editore

Milano

16/3/10

1,5

3,6

-7,0%

5,3%

3

MEDIA

 

 

8,4*

29,5

12,2%

16,1%

49**

SOMMA

 

 

2.539

1.971

3.955

Fonte: Osservatorio AIM Italia di IR Top Consulting su dati societari, Borsa Italiana e Factset.

Escluse le società finanziarie

Market Cap al 02/08/2018 - *45 mln di euro incluse SPAC e Business Combination, **68 mln di euro incluse SPAC e Business Combination - ^Valore complessivo del Reverse Takeover: 18,3 mln Eu

 

Il mercato AIM Italia in pillole

Il mercato AIM Italia, che ha registrato negli ultimi anni il maggior numero di collocamenti, conta al 3 agosto 2018, 113 società, con un giro d’affari di oltre 4,6 miliardi di euro e una capitalizzazione di circa 8 miliardi di euro. Dal 2009 ad oggi i capitali raccolti in IPO in equity sono superiori a 4,0 miliardi di euro, di cui, in media, il 91% provenienti da nuova emissione di titoli.

L’identikit della società AIM Italia presenta, in media, ricavi pari a 42 milioni di euro (+12% rispetto al 2016), capitali raccolti pari a 8,6 milioni di euro[5], una capitalizzazione per 44 milioni di euro[6] e un flottante post quotazione pari al 23% (SPAC escluse).

 

IR Top Consulting per la quotazione delle PMI 

IR Top Consulting ha sviluppato una conoscenza verticale e approfondita sul mercato AIM Italia, in termini di risultati economico finanziari, normativa, investitori, costi e incentivi di IPO e singole esperienze di quotazione che permette di offrire alle aziende che vogliono intraprendere il percorso di crescita attraverso l’IPO, la verifica della fattibilità del processo di quotazione (requisiti formali e sostanziali di accesso al mercato azionario) attraverso la valutazione e l’analisi dei dati economico-finanziari della società rispetto al mercato AIM Italia e ai competitor.

IR Top Consulting si rivolge a imprenditori di PMI italiane che intendono valutare la fattibilità del progetto di IPO per la crescita aziendale. L’Osservatorio AIM Italia di IR Top Consulting ha collaborato per la definizione della misura del Credito di Imposta per la quotazione delle PMI, contenuta nella Legge di Bilancio 2018, entrata in vigore con il Decreto Attuativo il 19 giugno 2018.



[1] Escluse le società finanziarie.

[2] I ricavi medi escludono Orsero.

[3] 68 milioni di euro incluse società con market cap superiore a 1 miliardo, SPAC e Business Combination, dati al  2 agosto 2018.

[4] Al netto delle SPAC e delle Business Combination.

[5] Valore al netto delle SPAC e delle Business Combination

[6] Valore al netto di società con market cap superiore a 1 miliardo, delle SPAC e delle Business Combination