slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

IR TOP: ANNO RECORD DI AIM ITALIA NEL 2018

03/01/2019

26 LE NUOVE QUOTAZIONI e 1,3 MILIARDI DI EURO LA RACCOLTA
6,7 MILIARDI DI EURO LA CAPITALIZZAZIONE DEL MERCATO (+17% vs 2017)
FINANZIARIA 2019: OBBLIGO DI INVESTIMENTO DEI PIR SU AIM AL 3.5% 

113 società quotate (+19% vs 2017);

nel 2018 prima la Lombardia per numero nuove IPO (62%) a seguire Lazio (8%), Emilia Romagna (8%) e Veneto (8%);

• Il settore Finanza rappresenta il 27% delle IPO, seguito da Industria (23%) e Tecnologia (15%);

+21% la quota di investimento detenuta dagli investitori esteri, pari al  52%  (43% nel 2017)

Profilo dell’azienda quotata su AIM Italia: 40 milioni di Euro i ricavi, 36 milioni di euro la capitalizzazione con un flottante da IPO pari al 22%[1]

FTSE AIM sovraperforma nel 2018 gli altri indici (-12%), Notorious Pictures (+135%) registra la miglior performance su AIM Italia

Approvati dalla Commissione europea gli incentivi alle PMI Innovative (29 quotate su AIM)

 

Milano, 3 gennaio 2019

IR Top Consulting, società di consulenza specializzata in Equity Capital Markets e Partner Equity Markets di Borsa Italiana – LSE Group, presenta le analisi quantitative dell’Osservatorio AIM Italia relative alle IPO 2018.

Anna Lambiase, Amministratore Delegato di IR Top Consulting: “Il 2018 ha rappresentato l’anno record per AIM Italia che ha segnato il più alto numero di quotazioni e di capitali raccolti dalla sua nascita, incrementando il ruolo strategico di supporto finanziario al percorso di crescita delle PMI Italiane alla ricerca di capitali per i propri piani di sviluppo e per l’internazionalizzazione, anche grazie al credito d'imposta sui costi IPO introdotti dal Governo per il triennio 18-20. La Lombardia si conferma la regione trainante per le nuove IPO nel 2018 con una percentuale del 62%, seguita da Lazio, Emilia Romagna, Veneto e Toscana, mentre tra i settori emergono, oltre a quello finanziario, l’industria, la tecnologia e il lifestyle, complessivamente pari al 38% delle nuove quotazioni. L’identikit medio di azienda AIM mostra ricavi per 40 milioni di Euro con un flottante medio da IPO pari al 22%. La raccolta complessiva da IPO del mercato è pari a 3,6 miliardi di Euro. Ritengo che il 2019 possa proseguire il trend positivo trainato da una domanda di quotazioni che riscontriamo in sensibile crescita da parte delle PMI, anche grazie alla nuova Finanziaria che ha introdotto l’obbligo di investimento dei PIR nella misura del 3.5% degli asset totali sui mercati non regolamentati come AIM Italia. Questa misura potrebbe rappresentare un vero boost alla crescita del mercato dell’equity a servizio dell’economia reale e delle imprese”.