slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

Modelleria Brambilla

logo mb

Settore: Componentistica di precisione per Automotive
NomAd: Integrae Sim
Sede: Via del progresso, 1 42015 Correggio (RE)
Ricavi 2015: 16,7 € mln
Data IPO: 05/12/2014
Raccolta da IPO:  3,0 € mln (incluso 1,5 mln € da emissione prestito obbligazionario)

Top Management
Giancarlo Brambilla - Presidente
Gabriele Bonfiglioli - Amministratore Delegato
Aldo Brambilla - Executive Director

 

 

Profilo societario


azienda_01_bigMODELLERIA BRAMBILLA, con sede a Correggio (RE) e forte vocazione internazionale (80% del fatturato realizzato all’estero), è una delle realtà più importanti nel settore della componentistica di precisione per l’industria automobilistica. Fondata nel 1951 da Eugenio Brambilla e sviluppata a partire dagli Anni Sessanta dai figli Aldo e Giancarlo, la Società realizza e commercializza attrezzature per la produzione di teste cilindri, basamenti motore, scatole cambio, collettori e altri getti complessi per veicoli a motore commerciali e industriali. Le importanti risorse dedicate alla ricerca e all’innovazione tecnologica, unitamente allo studio del design e alla progettazione realizzata con il cliente, hanno consentito a Modelleria Brambilla di diventare partner di riferimento e fornitore strategico, tramite le fonderie, delle più importanti case automobilistiche a livello mondiale (BMW, Ferrari, Volkswagen, Ford, GM, Chrysler). 

Fonte: Società

 

Azionariato

 

 Azionista N. azioni   % capitale
 Aldo Brambilla  840.320 22,11%
 Giancarlo Brambilla  840.320 22,11%
 Fiorenza Porta  366.880 8,87%
 Emilia Guidetti  366.880 8,87%
 Gabriele Bonfiglioli  272.600 7,17%
White Fleet III – Globes Italy Equity Star 298.800 7,86%
 Altri Investitori (<5%)  874.200 23,01%
Totale  3.800.000 100,00%
 Fonte: società, maggio 2016    

 

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è stato nominato dall’Assemblea del 31 ottobre 2014 e rimarrà in carica sino alla data di approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016.

Giancarlo Brambilla – Presidente
Inizia a lavorare in azienda nel 1969 con un ruolo operativo, diventando successivamente, dopo la scomparsa del padre (fondatore di Modelleria Brambilla), Responsabile Commerciale della Società. Tra il 1984 ed il 1993 ha espanso il mercato di riferimento di Modelleria Brambilla conquistando importanti clienti a livello nazionale. Ha avviato poi il processo di internazionalizzazione dell’azienda, facendola diventare il fornitore delle più importanti società leader nel settore dell’automotive sia a livello europeo che a livello mondiale.

Gabriele Bonfiglioli – Amministratore Delegato
Laureato in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli Studi di Bologna nel 1990, e abilitatosi quello stesso anno all’esercizio della professione, dopo una prima esperienza lavorativa in Landini nel 1992 è entrato nel Gruppo Marzocchi come Responsabile Qualità, portando le aziende del Gruppo alla Certificazione ISO 9001. Nel 2003 è diventato Direttore Operativo e membro del Consiglio di Amministrazione della Marzocchi Sospensioni, svolgendo un ruolo di primo piano anche nella creazione di Marzocchi Asia in Taiwan. Dopo la vendita di Marzocchi Sospensioni alla multinazionale Tenneco, dal 2008 ha rivestito il ruolo di Plant Manager dello stabilimento di Zola Predosa (BO). Nel 2011 è stato assunto da Modelleria Brambilla con l’incarico di Direttore Generale, entrando poi nel Consiglio di Amministrazione della Società. Riorganizzando l’azienda e gestendone il ricambio generazionale, ha portato la Società a raddoppiare i propri volumi di fatturato e a creare la prima sede internazionale in India.

Aldo Brambilla – Consigliere
Entrato in azienda nel 1958, a soli 14 anni, dopo la scomparsa del padre (fondatore di Modelleria Brambilla) ha assunto il Ruolo di Responsabile Tecnico guidando l’evoluzione tecnologica della Società nel passaggio dalla produzione di modelli in legno e resina ad attrezzature in ghisa e acciaio. All’inizio degli anni ’90 ha poi portato l’azienda ad essere la prima attrezzeria in Italia a progettare e produrre attrezzature interamente con il sistema tridimensionale. È tutt’ora un punto di riferimento importante per la formazione e l’affiancamento quotidiano dei tecnici della Società.

 

Bilanci e relazioni

 

Interviste AIMNEWS.IT

Gabriele Bonfiglioli a.d.

Bonfiglioli (M.Brambilla):”Consolidiamo la crescita.Nel 2016 operativa JV India”

Quotata a dicembre 2014 a 2,5 euro per azione, Modelleria Brambilla, ai primi di luglio, ha segnato il massimo storico a 6,36 euro. Una tra le migliori performance dell’Aim Italia. Ne abbiamo parlato con Gabriele Bonfiglioli, amministratore delegato e azionista con l’8,4% del capitale dell’azienda di Correggio che realizza componentistica di precisione per la produzione di parti di veicoli a motore (teste, cilindri, basamenti motore, scatole cambio, collettori e altri getti complessi).

Dottor Bonfiglioli, soddisfatti della quotazione e dell’andamento del titolo?
Assolutamente sì. La nostra forza è quella di essere un’azienda vecchio stile, tradizionalmente solida e apprezzata dal mercato. Il resto è venuto di conseguenza. La decisione di quotarci in Borsa è dovuta alla volontà di rafforzarci e soprattutto di sostenere la crescita della società.

Come vedete dall’interno il mercato dell’automotive?
Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, il settore è ai massimi storici. È vero che in Europa la produzione e le vendite sono calate, ma nel resto del mondo, soprattutto nei Paesi emergenti, risultano aumentate molto. Tanto che, in termini di volumi, su scala globale il mercato rimane in forte crescita. Le ragioni di questo sviluppo sono essenzialmente due…

Quali?…
In primo luogo, alcuni Paesi non evidenziano crisi ma forte crescita, penso ad esempio a Germania, Messico e altri Paesi emergenti. Del resto, una peculiarità della nostra società è che l’80% del business è realizzato all’estero. Il secondo riguarda i volumi: è vero che in alcune aree sono stazionari, ma negli anni abbiamo assistito a una maggiore velocità in termini di aggiornamento e ricambio dei modelli e dei motori.

E voi avete clienti di elevato standing nel settore…
Sì, direi che abbiamo i più grandi costruttori in termini di volumi oltre a quelli premium: da Volkswagen a Ford, da GM a Chrysler, oltre a BMW e Ferrari.

Le vostre prospettive?
Nel 2014 abbiamo aumentato del 30% il valore della produzione e contiamo di crescere ancora, sia per linee interne che esterne. Anche grazie alla quotazione su AIM Italia: abbiamo in programma investimenti mirati, inoltre l’acquisizione del capannone adiacente con il raddoppio della superficie coperta ci permetterà di aumentare la capacità di produzione.

E poi c’è l’India…
In India abbiamo già una fonderia operativa da due anni, quindi precedente alla quotazione. Per quanto riguarda ‘Brambilla India Private’, joint venture paritetica con la società indiana Continental Engines (Baxi Group), che abbiamo avviato quest’anno, stiamo completando i lavori sulla parte immobiliare, entro l’anno saranno installati i macchinari e saremo operativi a partire dal 2016. E stiamo già effettuando training per il personale che vi lavorerà.

State già raccogliendo ordini?
Stiamo rilevando una forte attenzione da parte della clientela locale, anche se è ancora prematuro parlare di raccolta ordini. Senza contare che nella prima fase avremo comunque gli ordini dai nostri soci locali. I clienti presenti in Asia, oltre che quelli in India naturalmente, sono molto interessati, dato che la concorrenza presente in Cina ha problemi con il cambio euro/dollaro, con prospettive molto favorevoli per il nostro business.

Sono in vista altre operazioni di espansione internazionale?
Contiamo di rafforzarci ancora, ma per il momento non abbiamo in programma altre operazioni di questa portata. Siamo pur sempre una Pmi e quindi puntiamo maggiormente a consolidare la nostra presenza e rafforzare le competenze tecniche. Il settore Automotive non è molto “generoso”: necessita di prodotti fatti bene, nel minore tempo possibile e a costi competitivi. In ogni caso la futura espansione sarà comunque nei Paesi emergenti.

E dove sono i concorrenti?
Sono essenzialmente sei: due in Germania, due in Spagna, uno negli Stati Uniti e uno in Messico.

Niente in Cina?
Sì, ci sono, ma vengono utilizzati solo per fornire operazioni ripetitive, in cui la parte di competenza tecnica rimane limitata. Per il momento i cinesi sono ancora indietro nella parte di engineering.

Di recente i soci di maggioranza hanno ceduto azioni, portando così il flottante al 18,8%: sono in vista altre operazioni del genere?
L’operazione è servita per consentire l’ingresso nel capitale di alcuni investitori istituzionali, ed è stato anche un modo per ampliare l’azionariato, ma al momento non sono in previsione altre operazioni simili.


Eventi

Modelleria Brambilla ha partecipato alla III edizione dell’AIM Investor Day organizzato da IR Top: Visualizza la presentazione e la video intervista

Comunicati Stampa

2017

2016

2015

2014

 

Rassegna stampa

 

 Corporate Governance