MILANO (AIMnews.it) – Il Controvalore Totale scambiato nella settimana è pari a 53,9 milioni di euro16 titoli positivi con una media del +9,27%. Il FTSE AIM Italia ha segnato -2,57%. Il FTSE Italia PIR PMI All ha segnato una performance del -3,74%.

 

Le 5 performance migliori della settimana:

Italia Independent Group: 94,12%

Shedir Pharma Group: 11,89%

Blue Financial Communication: 11,56%

Confinvest: 9,14%

Portale Sardegna: 6,11%

Performance Settoriale

Moda e Lusso: 10,8% (CMG Euro 38.441)

Alimentare: -0,7% (CMG Euro 37.024)

Healthcare: -1,6% (CMG Euro 102.305)

Chimica: -2,9% (CMG Euro 27.140)

Industria: -3,4% (CMG Euro 61.299)

Media: -3,5% (CMG Euro 69.401)

Finanza: -3,6% (CMG Euro 186.176)

Servizi: -4,1% (CMG Euro 23.745)

Tecnologia: -4,5% (CMG Euro 68.281)

Energia ed Energie Rinnovabili: -6,1% (CMG Euro 201.866)

Telecomunicazioni: -6,5% (CMG Euro 56.795)

 

*Classificazione settoriale a cura dell’Osservatorio IR TOP (www.pmicapital.it)

Le principali News della settimana

 

IR Top Consulting: impatto PIR su AIM pari a 231 milioni euro nel 2020

L’ufficio studi di IR Top Consulting stima un impatto potenziale su AIM Italia pari a 231 milioni di Euro, sulla base di una previsione dell’impatto complessivo dei PIR, pari a 3 miliardi di Euro nel 2020. È quanto emerge dallo studio “PIR DI TERZA GENERAZIONE: STIMA DELL’IMPATTO SU AIM ITALIA PER IL 2020 ED EFFETTI NEL TRIENNIO 2020-2022” a seguito dell’introduzione per i Piani Individuali di Risparmio, costituiti a decorrere dal 1° gennaio 2020, dell’obbligo di investire il 5% del 70% (ovvero il 3,5%) del valore complessivo in strumenti finanziari di imprese diverse da quelle inserite nell’indice Ftse Mib e Ftse Mid della Borsa italiana o in indici equivalenti di altri mercati regolamentati.

“Sulla base delle analisi del nostro Osservatorio AIM – commenta Anna Lambiase, fondatore e CEO di IR Top Consulting – l’impatto potenziale dei nuovi PIR su AIM Italia è stimato in 231 milioni di Euro nel 2020, pari all’8% della previsione di impatto complessiva di 3 miliardi di Euro. La nostra stima si fonda su una metodologia di ponderazione che valuta variabili di mercato statiche e dinamiche in relazione all’universo investibile. L’ulteriore afflusso di liquidità derivante dai PIR di terza generazione potrebbe generare nell’arco del triennio 2020-2022 un triplice effetto positivo su AIM Italia, che rappresenta circa la metà dell’universo investibile relativo al 3,5% da allocare su titoli non MIB e non MID, oggi pari a 258 società quotate sui mercati regolamentati e MTF. AIM Italia potrà beneficiare in maniera importante delle nuove condizioni volte a indirizzare il risparmio privato nell’economia reale e in modo specifico verso le PMI che costituiscono le fondamenta del sistema industriale italiano. I nuovi PIR potrebbero generare nel triennio 2020-2022 tre effetti: anzitutto un incremento del numero di società quotate, grazie a una crescita pari al +30% medio annuo del numero di IPO. A questo si aggiungono l’incremento della raccolta media, pari al +69%, che stimiamo possa passare da 5,9 milioni di Euro nel 2019 a circa 10 milioni di Euro e un ampliamento del flottante medio in IPO, dal 24% al 30%. Le stime si fondano sulle nostre proiezioni derivanti sull’analisi storica effettuata sul mercato AIM Italia, in particolare nel biennio 2017-2018, periodo che ha beneficiato degli effetti dei PIR introdotti per la prima volta a fine 2016: la dimensione media della PMI quotata tra il 2017 e il 2018 è stata pari a 39 milioni di euro in termini di ricavi, segnando una crescita di circa 3 volte rispetto a 14 milioni di euro nel 2016, la raccolta media si è attestata a 9,8 milioni di euro (6,4 milioni di euro nel 2016) e il flottante medio in IPO è stato pari al 26% (15% nel 2016)”.

 

Elettra Investimenti:

Accordo con Tiscali impianto 450 kWp formula ESCo valore Eu 650K;

Elettra Investimenti sigla un contratto con Tiscali Italia per la realizzazione in formula ESCo di un impianto fotovoltaico da circa 450 kWp. L’impianto fotovoltaico verrà realizzato sui tetti verdi del campus di Sa Illetta, inaugurato nel 2003 come sede di Tiscali. Il contratto prevede la realizzazione di un impianto da 447 kWp formato da 1.376 moduli da 325 Wp e 9 inverter che garantiranno una produzione di circa 654.000 kWh/anno e un risparmio di circa 291 t CO2/anno (445,5 g CO2/kWh – fonte Ispra 2019). Elettra Investimenti a fronte di un contratto con un canone annuo a prezzo fisso garantirà a Tiscali la fornitura dell’energia prodotta a prezzo fisso e con un risparmio del 39% rispetto all’attuale prezzo dell’energia elettrica da rete. Il contratto firmato genererà nel corso della sua durata un fatturato pari a circa 650.000 €.

 

Nuova commessa Geox per fotovoltaico da 550 kWp, valore euro oltre 570K

Elettra Investimenti sigla un contratto con Xlog società del gruppo Geox, leader mondiale nel settore delle calzature, per la realizzazione “chiavi in mano” di un impianto fotovoltaico da circa 550 kWp. Su una superficie di circa 2.850 mq verranno installati 1.584 moduli da 345 Wp e 5 inverter che garantiranno una produzione di circa 605.000 kWh/anno e un risparmio di circa 270 t CO2/anno (445,5 g CO2/kWh – fonte Ispra 2019). Il contratto firmato genererà nel biennio 2019-2020 un fatturato di circa euro 575.000. Già nel 2012 Geox aveva affidato a Elettra Investimenti la realizzazione sul polo logistico di Signoressa (TV) di un impianto fotovoltaico di 976 kWp su una superficie di 6.500 mq, la cui produzione copre il 25% dei consumi di energia elettrica

 

NVP: ricavi 2019 a circa 7,3 mln eu, +59 per cento 2018

Per NVP i ricavi al 31 dicembre 2019 si attestano a circa 7,3 milioni di euro, in crescita di circa il 59% rispetto ai 4,6 milioni di euro nel 2018. L’incremento ha riguardato sia i principali mercati esteri che l’Italia. I ricavi realizzati all’Estero sono pari a circa 1,8 milioni di euro, registrano una crescita del +100% rispetto a 0,9 milioni di euro nel 2018 e rappresentano circa il 25% del totale (20% nel 2018). In Italia si registrano ricavi pari a circa 5,5 milioni di euro, +49% circa rispetto a 3,7 milioni di euro nel 2018, consolidando il posizionamento di NVP tra i leader del mercato nazionale. Nel corso dell’esercizio NVP ha contrattualizzato nuovi clienti, tra i principali: DAZN, una primaria casa automobilistica italiana e l’Olympic Broadcast Service.

“Il nostro principale vantaggio competitivo che ci permette di accreditarci ogni anno sui principali clienti del settore è la capacità di realizzare un prodotto complesso con semplicità e flessibilità. – commenta Massimo Pintabona, Amministratore Delegato di NVP – Con soddisfazione chiuderemo il primo bilancio dopo la quotazione in Borsa con una crescita a doppia cifra dei ricavi 2019 sia sul mercato italiano che all’estero.”

 

Circle e Maps: accordo AI e digitalizzazione per logistica multimodale

Circle e MAPS annunciano un’Alliance indirizzata a rafforzare l’offerta innovativa nel campo dell’Intelligenza Artificiale e della digitalizzazione della catena logistica multimodale. L’accordo tra le due società rappresenta uno step cruciale per un settore – quello della logistica intermodale – che necessita di un’evoluzione tecnologica rilevante, legata alla progressiva digitalizzazione dei sistemi di trasporto e di tracking. La collaborazione fra le due società prevede una roadmap articolata che inizierà con la creazione di un sistema di supporto per una gestione ottimizzata della catena logistica multimodale, basata su parametri economici. Le sinergie della partnership sono identificabili principalmente in Multimodal Transport Operators (MTOs), Freight Forwarders e Operatori della Logistica che necessitano di un migliore sistema di selezione, con l’obiettivo di aumentare efficienza, risparmio e performance.

MAPS metterà a disposizione una tecnologia denominata SmartAggregator®, che è il risultato di una lunga esperienza nel campo della Real Time Data Analysis, dell’Operational

Intelligence e nella costante evoluzione nel campo del Decision Support Systems. Dall’altro lato, Circle mette a disposizione la sua expertise nell’ambito della digitalizzazione della Supply Chain e della logistica intermodale attraverso la propria suite MILOS® che racchiude gli sviluppi legati alle evoluzioni in ottica IoT, Custom Management e Big Data Management. La piattaforma Milos® di Circle prevede l’implementazione d procedure digitali ed automatizzate, sia logistiche sia doganali, tra tutti gli attori coinvolti nella catena di approvvigionamento internazionale. Connettori dedicati consentono di monitorare le merci e sfruttare procedure doganali semplificate a livello internazionale interagendo con i sistemi informativi privati e pubblici delle parti coinvolte nel processo logistico intermodale. Il prodotto SmartAggregator® di MAPS, supporta i processi decisionali mediante l’analisi in real time di grandi quantità di informazioni. Utilizza tecniche di intelligenza artificiale per estrarre informazioni di valore utili per decisioni strategiche e operative. Le soluzioni integrate da Circle e MAPS andranno quindi a rendere più performanti le esigenze di trasporto di MTOs, Freight Forwarders e Shippers, sia in ottica economica sia sul tema della sostenibilità ambientale, riducendo al minimo i tempi e i costi. Una prima possibile applicazione della soluzione integrata vede l’utilizzo nel progetto europeo “FENIX – A European Federated Network of Information eXchange in LogistiXStudy”.

 

LE SOCIETÀ AIM

4AIM SICAF: -15,50%

Abitare In: -7,60%

Agatos: -6,89%

Alfio Bardolla Training Group: -7,14%

Ambromobiliare: -1,01%

AMM: -2,40%

Antares Vision: 1,14%

Arterra Bioscience: -6,68%

Askoll EVA: -15,88%

Assiteca: 0,00%

axélero: sosp.

Bio-on: sosp.

Blue Financial Communication: 11,56%

Caleido Group: -6,49%

Casta Diva Group: -5,13%

CdR Advance Capital: 0,00%

CFP Single Investment: -2,74%

CFT: -9,30%

Circle: -5,37%

Clabo : -7,89%

Cleanbnb: -3,30%

Comer Industries: 0,00%

Confinvest: 9,14%

Copernico SIM: 0,72%

Costamp Group: 3,85%

Cover 50: 0,00%

Crowdfundme: 0,73%

Culti Milano: 1,61%

Cyberoo: -4,27%

DBA Group: -10,62%

DHH: -7,30%

Digital Magics: -1,02%

Digital Value: -0,99%

Digital360: -1,23%

DigiTouch: -3,73%

Doxee: -2,18%

Ecosuntek: -10,78%

Ediliziacrobatica: 0,00%

Eles: -8,07%

Elettra Investimenti: -2,27%

Energica Motor Company: 0,87%

Energy Lab: sosp.

Enertronica: -1,57%

Esautomotion: -4,49%

Expert System: -6,62%

Farmaè: 0,50%

Fervi: -1,75%

Fine Foods NTM: 1,67%

Finlogic: -7,41%

First Capital: -2,44%

FOPE: -2,79%

Fos: -0,46%

Frendy Energy: 0,00%

Friulchem: -3,53%

Gabelli Value For Italy: 0,00%

Gambero Rosso: -3,08%

Gel: 3,13%

Gibus: -2,68%

Giorgio Fedon & Figli: -2,29%

Gismondi 1754: -4,04%

GO Internet: -11,00%

Grifal: -5,74%

Gruppo Green Power: -2,90%

Health Italia: -8,68%

H-FARM: -19,72%

Icf Group: -1,35%

Iervolino Entertainment: -10,56%

Illa: -5,19%

Ilpra: -4,21%

Imvest: -11,57%

Iniziative Bresciane: -13,10%

Innovatec: -13,75%

Intred: -1,94%

Italia Independent Group: 94,12%

Italian Wine Brands: -0,37%

Ki Group: 0,00%

Kolinpharma: -7,14%

Leone Film Group: 0,00%

Life Care Capital: 0,00%

Longino & Cardenal: 0,25%

Lucisano Media Group: -6,49%

MailUp: -6,82%

Maps: -5,28%

Marzocchi Pompe: -2,60%

Masi Agricola: -2,58%

Matica Fintec: -6,04%

Mondo TV France: -17,75%

Mondo TV Suisse: -3,91%

Monnalisa: -5,83%

Neodecortech: -5,78%

Neosperience: -3,80%

Net Insurance: -4,59%

Neurosoft: -4,62%

Notorious Pictures: -1,65%

NVP: -5,34%

Officina Stellare: -1,30%

Pattern: -3,52%

Pharmanutra: -3,72%

Poligrafici Printing: -2,73%

Portale Sardegna: 6,11%

Portobello: -0,43%

Powersoft: -3,40%

Prismi: -5,11%

Radici: -0,43%

Relatech: -1,25%

Renergetica: -4,00%

Rosetti Marino: -3,50%

Salcef Group: -1,75%

Sciuker Frames: -9,92%

SCM SIM: -6,31%

SEIF: -3,46%

SG Company: -5,19%

Shedir Pharma Group: 11,89%

SICIT Group: 0,97%

Sirio: -3,15%

SITI B&T Group: -5,22%

Softec: -7,32%

Somec: -5,19%

Sostravel.com: -3,61%

Spactiv: 0,00%

Telesia: -0,43%

TheSpac: -0,51%

TPS: -1,22%

TraWell Co: -5,15%

UCapital24: -13,94%

Vei 1: 0,00%

Vetrya: -4,58%

Vimi Fasteners: -2,38%

Visibilia Editore: -2,84%

Websolute: -7,55%

WM Capital: -15,38%