slide slide slide

Servizi per il mercato azionario dedicato alle PMI

GIBUS: FY19 lusso ed estero traino per Ebitda (+21 p.c.) e Utile (+20 p.c.)


25/03/2020

MILANO (AIMnews.it) - Il Consiglio di Amministrazione di GIBUS ha approvato il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2019. I ricavi consolidati sono pari a 40,9 Euro milioni, +20,4% rispetto a 34,0 Euro milioni al 31 dicembre 2018. La significativa crescita è essenzialmente attribuibile alla performance del segmento lusso, che registra ricavi pari a 16,2 Euro milioni, +40,3% rispetto a 11,6 Euro milioni nel 2018, e rappresenta il 41% del totale (35% nel 2018).

La linea Lusso High Tech, che rappresenta il 29% dei ricavi e registra un incremento del +46,6% rispetto al 2018, evidenzia una crescita dei prodotti lanciati sul mercato nell’ultimo quadriennio e un ottimo contributo della linea Med Joy. La Linea Sostenibilità, che rappresenta il 12% dei ricavi ed evidenzia una performance del +27,2% rispetto al 2018, è trainata dalla famiglia di prodotti Click ZIP. La Linea Design rappresenta il 54% dei ricavi e presenta una crescita del +9,3% rispetto al 2018, beneficiando del contributo dato dai nuovi modelli di tende da sole high end lanciati a marzo 2019, Nodo e TXT. I ricavi realizzati all’Estero sono pari a 13,1 Euro milioni, registrano una crescita del +24,4% rispetto a 10,5 Euro milioni nel 2018 e rappresentano il 32% del totale (31% nel 2018). Particolarmente positiva è stata anche la performance in Italia, dove si registrano ricavi pari a 27,8 Euro milioni, +18,6% rispetto a 23,5 Euro milioni nel 2018, consolidando il posizionamento di Gibus tra i leader del mercato nazionale. I ricavi generati dal network di GIBUS Atelier, pari a 30,8 Euro milioni, hanno registrato un incremento complessivo del +19,3% rispetto al 2018, con performance a doppia cifra sia in Italia (+16,7%) che all’Estero (+25,2%).

Il Margine Operativo Lordo si attesta a 5,6 Euro milioni (EBITDA margin pari al 13,7%, rispetto al 13,6% nel 2018), in crescita del +21,5% rispetto al 2018 (4,6 Euro milioni) per effetto del diverso mix di fatturato che vede una maggiore componente del segmento lusso e di una minore incidenza dei costi di struttura che indica la capacità della società di assorbire gli importanti investimenti in opex compiuti nei recenti esercizi a supporto dell’espansione commerciale e della brand awareness.

La Posizione Finanziaria Netta è pari a -1,9 Euro milioni, in significativo miglioramento rispetto a 3,0 Euro milioni al 31 dicembre 2018 grazie alla significativa generazione di cassa oltre che per effetto dell’operazione di quotazione su AIM Italia, tenuto conto della distribuzione di dividendi ordinari (1,8 Euro milioni) a valere sull’utile 2018 e degli investimenti realizzati nell’esercizio (2,1 Euro milioni).

“Con soddisfazione chiudiamo il primo bilancio post quotazione con performance superiori alle attese di budget in termini di crescita, marginalità e generazione di cassa. – spiega Gianfranco Bellin, Presidente e Amministratore Delegato di GIBUS - I ricavi evidenziano un incremento del 20% trainato dal segmento lusso e dall’estero; l’EBITDA in incremento del 21,5%, indica la capacità del Gruppo di assorbire gli importanti investimenti in opex compiuti nei recenti esercizi a supporto dell’espansione commerciale e della brand awareness. Ottima performance anche in termini di Utile Netto, che si attesta a 2,8 Euro milioni, e di Posizione Finanziaria Netta, pari a -1,9 Euro milioni.”

La Società, a seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, poiché l’attività svolta non rientra tra quelle a cui è consentita la continuità operativa, ha sospeso l’attività dello stabilimento di Saccolongo (PD) fino alla data del 3 Aprile 2020, come previsto dal Decreto. Le attività amministrative saranno operative attraverso presidi in smart working, nel rispetto delle norme vigenti a tutela della salute dei lavoratori.

© Copyright AIMnews.it